Un lettore preoccupato scrive al nostro sessuologo. Ecco la risposta Catania Rimedi naturali per l’erezione debole e la disfunzione erettile Forum ASTINENZA DA NICOTINA Questi farmaci “potenziano” la dinamica fisiologica dell’erezione e quindi agiscono solo in presenza di un adeguato stimolo sessuale: ciò si traduce in una ottima accettazione da parte del paziente e della partner. Le Molecole attualmente in commercio sono il Sildenafil, Vardenafil, Tadalafil ed Avanafil, che hanno differenti velocità di azione e durata a seconda delle esigenze del paziente. Da segnalare il nuovo arrivato film orodispersibile a base di Sildenafil. Tuttavia vi sono forme di DE che non rispondono alla terapia orale, questi casi riguardano i pazienti affetti da disturbi “organici severi”, in particolare i soggetti con gravi disturbi vascolari oppure i pazienti sottoposti ad interventi chirurgici demolitivi (in genere necessari per asportare un tumore) che hanno comportato l’interruzione dei circuiti nervosi necessari a innescare l’erezione (asportazione della vescica o del retto, asportazione allargata della prostata). vasectomia tumori e malattie del sangue (es. leucemie) che provochino priapismo (erezione in assenza di stimolazione sessuale); L'impotenza, definita nel gergo medico "disfunzione erettile" può derivare da cause psicologiche o organiche. In previsione di un atto sessuale, molti pazienti che soffrono di disturbi cardio - circolatori temono le conseguenze di un affaticamento eccessivo per il loro cuore. La disfunzione erettile può essere anche di lieve o media entità e presentarsi ad ogni età, ma la sua frequenza e entità aumentano proporzionalmente con l’aumentare degli anni. Ristoranti 5,0 su 5 stelleOttimo prodotto Diritto Il Fumo e la disfunzione erettile 4 novembre 2016 alle 12:35 legate ad abitudini voluttuarie (l’alcol e le droghe che nel medio-lungo tempo producono danni neuro-vascolari).Tra le cause psicologiche della disfunzione erettile rientrano la depressione, i sensi di colpa e di inadeguatezza, le preoccupazioni, la paura, lo stress e l’ansia (nei giovani una causa frequente è l’ansia da prestazione), che concorrono ad inibire l’erezione. Trattamenti per la disfunzione erettile COSMETOLOGIA Galleria video Fashionista by aThemes PsicoDritte I farmaci per migliorare l’erezione danno il loro effetto quando i livelli di testosterone in circolo sono normali. È quindi plausibile che in un uomo con basso testosterone l'erezione non avvenga nonostante l'aiuto farmacologico. Va comunque ricordato che tutti questi farmaci esistono in vari dosaggi e anche la scelta del dosaggio è importante e va valutata caso per caso. Per quanto riguarda i livelli di testosterone, da lei riferiti bassi, è sicuramente necessario approfondire questo risultato, facendo altri esami ormonali che possono orientare verso una possibile causa. La valutazione ormonale non può comunque prescindere da una visita andrologica completa, anch'essa di fondamentale importanza per potersi orientare tra le possibili cause di un riscontro di testosterone basso. Per concludere, è necessario sottolineare che un singolo rilievo di testosterone basso non è sufficiente a "etichettare" un paziente come ipogonadico, infatti il testosterone è un ormone i cui valori tendono ad oscillare durante la giornata e talvolta anche in giorni diversi. Servono quindi almeno due dosaggi bassi per poter essere ragionevolmente sicuri della diagnosi. Di disfunzione erettile si può, anzi, si deve parlare (se non altro con il proprio diabetologo o medico di fiducia), certi di essere ascoltati, compresi e di poter contare su qualche possibile soluzione in più, diversa dagli unguenti e dalle pozioni di non troppo vecchia memoria. Patologia neurologica: le patologie neurologiche più frequentemente implicate nel determinismo della DE sono: la sclerosi multipla, che nel 50-80% dei casi si accompagna a DE (21), e le lesioni midollari (traumatiche, infettive, ecc.), che hanno conseguenze variabili a seconda della sede della lesione (4). La disfunzione erettile può comparire improvvisamente, in assenza di precedenti disturbi della sfera sessuale, o gradualmente, può, o non, accompagnarsi o a calo del desiderio sessuale o ad altri disturbi della sfera sessuale, come per esempio dell’eiaculazione. a) Stress: lo stress o altri fattori psicologici o forti ansie possono provocare quella che viene anche detta disfunzione erettile psicogena. Il meccanismo dell’erezioneCause psicologiche dei problemi di erezioneCause fisico-organiche della disfunzione erettileTrattamenti farmacologiciTrattamenti psicologiciStile di vita e alimentare per migliorare l’erezione Insufficienza venosa. Se le valvole deputate a trattenere il sangue nei corpi cavernosi del pene vengono per varie ragioni compromesse, l’erezione inizia ma non  rimane per il tempo necessario a terminare il rapporto sessuale perché il sangue non trattenuto defluisce ed il pene perde di rigidità. Milano Ingrossamento della prostata e problemi di erezione HOME ITALIA POLITICA ESTERI ECONOMIA SPETTACOLI PERSONAGGI SPORT SALUTE ALTRO 30 milioni in due anni, Dompé completa investimenti per ampliare sito dell'Aquila Forme di Disfunzione Erettile Shopping Dominio di proprietà di Bayer S.p.A. affidato per l'edizione a Pro Format Comunicazione S.r.l. - Viale Aventino, 45, 00153 Roma Il cervello manda segnali ai genitali, i vasi sanguigni si dilatano e il pene si ingrossa. © 2018 Arnoldo Mondadori Editore Spa - riproduzione riservata - P.IVA 08386600152 Decreto 30 novembre 2010 – Patente di guida COOKIE POLICY salve, vorrei sapere quando assumere le compresse al mattino oppure durante la giornata? i benefici dopo l’assunzione per quante ore durano? grazie VITAMINE Alessandro Sallusti menu Se la causa dell’impotenza è organica bisognerà curare o quantomeno tenere sotto controllo la patologia che è alla base. Ovviamente non sempre è possibile eliminare la causa di base ed ottenere una completa guarigione. Di norma si ottiene completa guarigione se la disfunzione erettile è dovuta a problemi ormonali o a effetti collaterali di terapie farmacologiche. Negli altri casi si interviene in vari modi e comunque in più del 90% dei casi si riesce a trattare il problema.  Articolo promosso da Cose da Uomo, il programma GRATUITO che ti insegna a prenderti cura della tua prostata e delle tue vie urinarie in 60 giorni. Fossalta Di Piave Queste possono causare problemi di fare affluire sangue al pene così come di trattenere il sangue per mantenere l’erezione. Quindi, indurimento delle arterie e altre malattie che colpiscono il sistema vascolare sono fattori di rischio per la disfunzione erettile. Malattie che colpiscono il sistema nervoso, quali la sclerosi multipla e l’alcolismo, possono anche causare la disfunzione erettile. Centro Mindfulness Istituto Beck Al di là dei numeri, il dato epidemiologico più interessante emerso dallo studio della DE riguarda la stretta relazione tra questo sintomo e la possibile comparsa di malattie CV, specie in soggetti più giovani e meno complicati (4). Circa 10 anni fa, Montorsi e coll. (6) dimostrarono per la prima volta come la DE, in media, si verifichi 3 anni prima della comparsa di un evento CV. Tali autori ipotizzarono che, in seguito all’esposizione a fattori di rischio comuni, le arterie peniene raggiungessero un livello di restringimento critico anticipato rispetto ai più grandi vasi coronarici (ipotesi del calibro delle arterie; 6). Pochi anni dopo, Thompson e coll. (7) hanno confermato questi dati in un ampio studio epidemiologico, il “Prostate Cancer Prevention Trial”. Nel corso di un follow-up di 9 anni, la presenza di una DE all’arruolamento aumentava del 25% il rischio di sviluppare un evento CV (7). I nostri dati, ottenuti in un’ampia casistica di pazienti che si rivolgevano ad un ambulatorio andrologico per disturbo della sessualità, supportano ulteriormente questi risultati (8). Tra i pazienti con DE, coloro che riferivano un problema più grave avevano un rischio del 75% di sviluppare un evento CV dopo un follow-up medio di 4.4 anni (8). Inoltre, nella stessa popolazione, abbiamo dimostrato come, a parità di fattori di rischio CV, la presenza di un danno arterioso, valutato con eco-doppler penieno, raddoppiasse la possibilità di avere un evento CV (8,9), in particolare in soggetti giovani e in quelli a “basso rischio”. È importante notare che nella popolazione generale la maggior parte degli eventi CV si verifica in soggetti che sarebbero classificati come a “rischio ridotto” utilizzando parametri convenzionali di analisi. La ricerca di nuovi parametri in grado di individuare il “rischio CV residuo” è clinicamente rilevante. I nostri dati più recenti (9) suggeriscono come la presenza di un danno vascolare all’eco-doppler penieno, in particolare un’alterazione dell’accelerazione valutata in condizioni di flaccidità, possa essere considerato un nuovo marcatore surrogato di rigidità arteriosa negli uomini con DE, e possa essere utilizzato per predire eventi CV anche in uomini giovani e “a basso rischio” (vedi oltre). Loprinzi PD, Edwards M. Association between objectively measured physical activity and erectile dysfunction among a nationally representative sample of American men. J Sex Med 2015, 12: 1862-4. La routine che fa bene al sesso MAN PLUS POWER Dal veterinario condizioni psicologiche come stress, ansia o depressione, Segui i nostri consigli

disfunzione erettile

impotenza

cause di disfunzione erettile

problemi di erezione

pillole per la disfunzione erettile Vitamina D © 2018 Merck Sharp & Dohme Corp., una consociata di Merck & Co., Inc., Kenilworth, NJ, USA. Parazzini, F., Menchini Fabris, F., Bortolotti, A., Calabrò, A., Chatenoud, L., Colli, E., et al. (2000). Frequency and determinants of erectile dysfunction in Italy. Eur Urol., 37 (1): 43-9 alcol e disfunzione erettile-Visita il nostro sito qui alcol e disfunzione erettile-Visita il nostro sito web ora alcol e disfunzione erettile-Clicca qui per i dettagli
Legal | Sitemap